Lavoce.info

Categoria: Rubriche Pagina 2 di 242

Il Punto

Presentato nel corso della conferenza Italia-Africa, il nuovo “Piano Mattei” del governo offre una cornice per riordinare le diverse linee di cooperazione che già esistono tra il nostro paese e quelli africani, in particolare nel settore dell’energia, ribadendo il ruolo dell’Italia nel Mediterraneo. Assegno di inclusione e Sostegno per la formazione e il lavoro sono le due misure individuate dal governo per sostituire il Reddito di cittadinanza. Nel suo ultimo rapporto sull’economia italiana, l’Ocse ne dà una valutazione e suggerisce come renderle più efficaci nel contrasto alla povertà. Il decreto attuativo della legge delega sull’assistenza agli anziani non autosufficienti si allontana dallo spirito della riforma: manca un progetto per il welfare futuro, mentre la prestazione universale rischia di rendere ancora più complicato il sistema, oltre a riguardare un numero bassissimo di persone. La bassa crescita della produttività in Italia non dipende dalla struttura settoriale dell’economia, ma da una dinamica debole nella maggior parte dei settori e dalla scarsità degli investimenti, anche se crescono quelli in beni intangibili. Come trattare dal punto di vista fiscale le comunità energetiche rinnovabili? Tra normativa e prassi, il quadro sulla tassazione di benefici economici e profitti finanziari realizzati dalle Cer è in via di definizione. Il dibattito che si è sviluppato sulla decisione del comune di Bologna di introdurre il limite di velocità a 30 chilometri orari per gli autoveicoli ignora i risultati delle sperimentazioni condotte da decenni in molte città europee e italiane. Sotto l’amministrazione Biden gli Stati Uniti sono usciti dalla pandemia con una forte ripresa economica e bassi livelli di disoccupazione. Eppure, molti americani si dicono scontenti della situazione economica. La differenza tra percezione e realtà dell’economia potrebbe favorire Donald Trump alle elezioni presidenziali di novembre.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Punto

Novità in vista sul concordato preventivo: il governo sembra intenzionato ad allargare la platea dei possibili beneficiari anche ai contribuenti meno fedeli. Sarà ora compito dell’Agenzia delle entrate garantire la trasparenza sugli esiti del provvedimento, per evitare il sospetto che si trasformi in un premio agli evasori. L’imponente surplus di risorse finanziarie a disposizione delle banche, eredità del Quantitative easing, sarà riassorbito solo in parte. Come hanno già fatto le altre principali banche centrali, la Bce dovrebbe confermare ufficialmente il suo nuovo assetto operativo, basato sull’eccesso di liquidità, pur prevedendone una progressiva riduzione. Per l’equilibrio di genere nelle carriere universitarie si registrano miglioramenti, come conferma il focus Anvur. La riflessione va ora ampliata ad altri temi. Ad esempio, alla questione del tempo, sia quello della progressione di carriera sia quello che le donne dedicano a compiti diversi dalla ricerca: i tanti dati a disposizione consentono di farlo. Annunciato a sorpresa dalla stessa presidente del Consiglio, il liceo del made in Italy non sembra essere stato particolarmente apprezzato dalle scuole: sono ben poche quelle che hanno chiesto di aprire il nuovo indirizzo. Anche perché manca ancora chiarezza sulle competenze da sviluppare rispetto a percorsi di studio già esistenti. Diverse ricerche mostrano che le scadenze elettorali aumentano ansia e stress dei cittadini. Il 2024 è un anno di importanti elezioni in tutto il mondo e a preoccupare non è solo lo stato di salute degli elettori ma anche quello della democrazia. Netflix ha chiuso il 2023 con un trimestre d’oro, perché ancora una volta ha saputo anticipare le trasformazioni del mercato. Ora però si profilano nuove sfide, come l’intelligenza artificiale, dalle conseguenze difficili da prevedere anche per le piattaforme più consolidate.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Punto

Nella riunione del 25 gennaio la Bce ha mantenuto invariati i tassi di interesse: le preoccupazioni per la crescita dei salari in alcuni paesi e l’acuirsi delle tensioni sono le ragioni per cui la Banca centrale non cambia la politica monetaria. Tra le zone di crisi geopolitica c’è il Mar Rosso, con gli attacchi degli Houthi alle navi mercantili straniere: se continueranno a lungo, ne pagheranno il prezzo le imprese più piccole e meno competitive, che saranno costrette a lasciare i mercati asiatici. In una situazione geopolitica già complessa, quali conseguenze avrebbe una eventuale rielezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti? Toni del discorso politico più aggressivi e apertura di nuove guerre commerciali sono fra le più probabili. Ma sui principali dossier di politica estera – Medio Oriente in primo luogo – non dovrebbero esserci cambiamenti radicali. In Italia, tiene banco l’approvazione al Senato della legge di attuazione dell’autonomia differenziata. Nonostante alcuni cambiamenti rispetto al testo originario, il disegno di legge Calderoli conferma i rischi di accentuare le disparità territoriali e i dubbi sulla sostenibilità finanziaria a livello nazionale. Così come è un pericolo il possibile moltiplicarsi di norme e burocrazie su tutte le materie devolute alle regioni. Nei corsi di laurea Stem la parità di genere continua a essere lontana: le percentuali delle immatricolazioni di ragazze e ragazzi nell’anno accademico 2021-2022 sono le stesse di dieci anni fa, come si legge nel rapporto Anvur. Bisogna intervenire fin dalla scuola primaria per abbattere stereotipi e paure e favorire così l’ingresso delle donne nelle facoltà scientifiche, che garantiscono più opportunità di lavoro e di carriera. Se il “duello” tra Inter e Juventus si trasferisce dal campo di calcio alle pagine dei bilanci societari, scopriamo che i nerazzurri vincono nella gestione aziendale, ma i bianconeri sono finanziariamente più solidi sotto il profilo patrimoniale.

Tito Boeri – socio fondatore de lavoce.info – ha ricevuto il premio del Cepr (Centre for economic policy research) per il Servizio speciale alla professione, per il suo continuo impegno nel rendere il dibattito economico alla portata di tutti, tramite una divulgazione chiara e accurata. La redazione de lavoce.info si congratula con Tito per il premio e lo ringrazia di cuore per la decisione di devolverlo interamente a lavoce.info, a sostegno del ruolo che il sito svolge nel panorama dell’informazione economica in Italia.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Punto

L’Ilva torna in amministrazione straordinaria. Trovare un nuovo acquirente non sarà semplice e, per ora, il cavaliere bianco è lo stato italiano. A questo punto, l’importante sarebbe definire un piano industriale chiaro, per evitare che nell’acciaio si apra una concorrenza fra impianti a partecipazione statale. Il settore pubblico cerca nuovo personale per sostituire i tanti dipendenti ormai vicini alla pensione e per gestire i progetti del Pnrr e delle politiche di coesione. Il compito appare più difficile del previsto: il pubblico impiego sconta infatti i differenziali salariali con il privato, soprattutto per i laureati Stem, e carriere che all’inizio sono molto discontinue. Nella legge di bilancio ci sono varie norme che riguardano la previdenza. Nonostante le promesse elettorali del governo, nel complesso le misure confermano l’impianto attuale, anzi in alcuni casi rendono più rigidi i requisiti per la pensione anticipata. Perché l’alta incidenza della spesa pensionistica sul Pil resta comunque un problema. Anche all’interno di una regione competitiva possono esserci territori deboli. Lo evidenzia uno studio sulla Lombardia, che per la prima volta misura le differenze di competitività a livello sub-regionale. Le politiche di sviluppo regionale dovrebbero tenerne conto. La manovra finanziaria per il 2024 dedica ben poca attenzione alle politiche abitative. Gli scarsi finanziamenti indicati riguardano il biennio 2027-2028. Mentre il più volte annunciato piano casa del ministero delle Infrastrutture dovrebbe arrivare nel 2025.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Punto

Cresce l’occupazione in Italia, come certifica l’Istat. È una buona notizia, che ha però un rovescio della medaglia: l’invecchiamento della forza lavoro. Demografia e cambiamenti tecnologici nei processi di produzione spingono ad affrontare il tema della formazione delle generazioni che nei prossimi anni entreranno del mercato del lavoro. L’astensione dal voto sale quando aumenta la distanza tra le preferenze degli elettori e i programmi dei partiti. Secondo un’analisi su cinque temi oggi cruciali – distribuzione del reddito, immigrazione, clima, sicurezza e diritti civili – il successo dei partiti populisti si spiega probabilmente con la loro capacità di identificare le caratteristiche e le richieste dei non elettori. Nel nostro paese, i verdi non hanno mai ottenuto grandi risultati alle elezioni politiche. Ma nei comuni, i sindaci sostenuti da liste ambientaliste tendono a mantenere le promesse fatte in campagna elettorale. E l’ambiente urbano migliora. I risultati di uno studio. Non solo Bologna, anche altre città italiane hanno introdotto un limite di velocità a 30 chilometri orari per i veicoli. Il problema è che non lo hanno fatto sulla scorta di dati raccolti attraverso sperimentazioni, ma in base a una scelta ideologica, prospettando benefici ancora da dimostrare. Una salita rapida dei prezzi e poi un altrettanto veloce rallentamento negli ultimi mesi: ora il rischio principale sembra essere quello di un ritorno a una fase di bassa inflazione. Per questo la Bce dovrebbe allentare la stretta monetaria.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Punto

Un parere della maggioranza sul decreto legislativo che introduce il concordato preventivo allarga notevolmente i confini del provvedimento, includendo contribuenti ben poco “fedeli”. Se il governo accettasse la modifica, la misura che dovrebbe ridurre l’evasione dell’Irpef da parte di lavoratori autonomi e imprenditori individuali finirebbe invece per incentivarla. È merito del “carrello tricolore” se a dicembre l’inflazione in Italia è risultata più bassa rispetto agli altri paesi europei? Non sembra, visto che a scendere sono i prezzi dell’energia, mentre quelli degli alimentari continuano a salire. La vittoria di Lai Ching-te nelle elezioni presidenziali potrebbe avere conseguenze sul complicato rapporto tra Taiwan e Cina e sull’economia dell’isola. Ma probabilmente non nell’immediato futuro, perché Taipei è il maggior produttore mondiale di quei semiconduttori di fascia alta di cui Pechino ha bisogno. Il ritorno alle gabbie salariali non appare una buona idea. Si potrebbe però pensare a salari differenziati in base al valore della spesa effettuata dai lavoratori: è una proposta che potrebbe rilanciare i consumi, senza produrre inflazione da salari.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Punto

Inserita come priorità nella Strategia europea per la parità di genere 2020-2025, la trasparenza retributiva di genere può contribuire ad avviare un processo di cambiamento, perché renderà esplicito come le politiche retributive delle imprese possono influire sui divari salariali. D’altra parte, non si può fare affidamento solo sul diritto del lavoro per eliminare discriminazioni radicate come “l’equilibrio mediterraneo” che definisce la distribuzione degli oneri di cura tra uomini e donne. Mai come in questo periodo gli scontri geopolitici sono anche uno scontro di comunicazione, per guadagnare il sostegno dell’opinione pubblica internazionale. A farne le spese sono sempre più spesso i giornalisti che cercano di dare testimonianza diretta degli eventi: ne sono una prova gli 80 reporter uccisi in tre mesi di guerra tra Israele e Hamas. L’americana Sec ha autorizzato la quotazione di undici fondi passivi che investono direttamente in Bitcoin: la criptovaluta si avvia a diventare una moneta come le altre? Sono i target quantitativi stringenti fissati dalla Commissione europea il motivo che ha portato a escludere dal Pnrr gran parte degli investimenti degli enti locali. Per le misure che prevedono sussidi alle imprese, invece, sono previsti tempi più lunghi per raggiungere i traguardi. Il primo obiettivo del neo-presidente argentino Javier Milei è evitare l’iperinflazione, anche attraverso misure drastiche. Per riaprire l’economia argentina al commercio internazionale saranno poi necessarie riforme strutturali.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”.

Il Convegno annuale de lavoce.info è stato dedicato a “L’economia alla prova delle crisi geopolitiche”. Chi non avesse potuto partecipare all’evento, trova qui la registrazione dell’intero Convegno e qui le slides proposte dai relatori.

Con il podcast “Ci mettiamo lavoce” abbiamo tracciato un bilancio del primo anno del governo Meloni alla luce delle promesse fatte in campagna elettorale. Nelle nove puntate del podcast de lavoce.info, che si può ascoltare su tutte le principali app per i podcast e sul nostro sito, ci siamo occupati di attuazione del Pnrr, istruzione, lotta alla povertà, presidenzialismo e riforme istituzionali, flat tax, lavoro povero, occupazione femminile, riforma del Patto di stabilità e crescita, immigrazione. Tutti gli episodi sono disponibili qui.

Tre grafici sull’evasione fiscale e contributiva

L’evasione fiscale e contributiva in Italia è diminuita dal 2016 al 2021, nonostante resti molto alta. Le imposte più evase sono l’Irpef da lavoro autonomo e impresa e l’Iva; quest’ultima però non ha una delle maggiori propensioni all’evasione. In questa serie di grafici, abbiamo preso in considerazione i dati contenuti nell’aggiornamento del ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il Punto

I dati del Censimento pubblicati dall’Istat confermano il preoccupante quadro demografico dell’Italia, con il calo dei residenti e l’invecchiamento della popolazione. Il problema non è tanto la longevità, quanto il fatto che i giovani sono sempre di meno e rivestono un ruolo marginale nella società e nel mercato del lavoro. È giustificato l’ottimismo con cui gli analisti finanziari guardano al 2024? Sembrerebbe di sì, almeno nella prima parte dell’anno, quando mercato azionario e obbligazionario dovrebbero entrambi continuare a dare risultati positivi. Più difficile fare previsioni su oro e criptovalute. Gli elevati livelli di disuguaglianza economica minano la fiducia dei cittadini europei verso le istituzioni. Facilitando l’attuazione di politiche che contrastano il fenomeno, la transizione digitale della pubblica amministrazione può ridurre la percezione di distanza tra governanti e governati. I risultati di uno studio. Grazie alle risorse delle compensazioni ambientali sugli impianti estrattivi di idrocarburi, la Basilicata offre un “bonus gas” ai suoi residenti. L’iniziativa ha dato buoni risultati per quanto riguarda il contenimento delle bollette. È però meno efficace sul secondo obiettivo che vuole raggiungere: il ripopolamento della regione.

Nella pausa delle festività abbiamo ricordato Francesco Daveri a due anni dalla scomparsa. Abbiamo poi pubblicato articoli che hanno affrontato vari argomenti: la spesa sociale dei comuni, un ritratto di Bob Solow, la sorte incerta dei “progetti in essere” dopo la revisione del Pnrr, gli effetti diversificati della Dad sugli apprendimenti degli studenti, i vantaggi di una possibile liberalizzazione della riproduzione di immagini dei beni culturali, le morti in eccesso nelle Rsa durante il Covid, l’opinione degli italiani sulla carne coltivata.

Lavoce non ospita pubblicità e i nostri contenuti sono aperti a tutti. Per svolgere il nostro lavoro nel modo migliore possibile, abbiamo quindi bisogno del supporto dei lettori: sostienici con una donazione, anche piccola!

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”. Abbiamo realizzato una serie di grafici sull’andamento dell’evasione fiscale e contributiva nel nostro paese.

Il Convegno annuale de lavoce.info è stato dedicato a “L’economia alla prova delle crisi geopolitiche”. Chi non avesse potuto partecipare all’evento, trova qui la registrazione dell’intero Convegno e qui le slides proposte dai relatori.

Con il podcast “Ci mettiamo lavoce” abbiamo tracciato un bilancio del primo anno del governo Meloni alla luce delle promesse fatte in campagna elettorale. Nelle nove puntate del podcast de lavoce.info, che si può ascoltare su tutte le principali app per i podcast e sul nostro sito, ci siamo occupati di attuazione del Pnrr, istruzione, lotta alla povertà, presidenzialismo e riforme istituzionali, flat tax, lavoro povero, occupazione femminile, riforma del Patto di stabilità e crescita, immigrazione. Tutti gli episodi sono disponibili qui.

Francesco Daveri, un amico che non si dimentica

A due anni dalla sua prematura scomparsa la redazione ricorda il suo amico e redattore storico, in un momento in cui le sue analisi ci mancano particolarmente.

Pagina 2 di 242

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén